L'assalto sguaiato della destra xenofoba: "Conte presidente del consiglio degli immigrati"

Circa 200 parlamentari di centrodestra hanno manifestato davanti palazzo Chigi contro le norme in materia di sicurezza in discussione alla Camera. Guidati da Meloni, Salvini e Tajani

Tajani, Meloni e Salvini

Tajani, Meloni e Salvini

globalist 3 dicembre 2020

Un assalto sguaiato della destra xenofoba che sa solo parlare di migranti e criminalizzare gli stranieri pur di nascondere la sua propensione a favorire gli affari delle corporazioni prima della salute degli italiani.

"Se Conte vuole fare il presidente del Consiglio degli immigrati e non degli italiani, farebbe bene a dimettersi". Lo ha affermato Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, in un'intervista al Tg2.

Cosa era accaduto Circa 200 parlamentari di centrodestra hanno manifestato davanti palazzo Chigi contro le nuove norme in materia di sicurezza in discussione alla Camera. Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani hanno guidato gli eletti di Fdi, Lega e Forza Italia davanti alla sede del governo dove sono poi stati srotolati due grandi striscioni. 'Imprese chiuse, porti aperti' si leggeva su uno. 'Conte dimettiti', su un altro. E poi tanti cartelli sventolati in piazza Colonna.

 
Da notare, dopo tante chiacchiere e finte aspettative, la presenza dei 'liberali' di Forza Italia che si sono prestati a questa indegna sceneggiata nel giorno in cui 993 italiani sono morti per colpa di mesi di sottovalutazioni.