Italia assalita dal Covid e la 'bolsonariana' Santanché tuona: "Speranza è impazzito"

La socia di Briatore e parlamentare di Fratelli d'Italia dopo aver difeso le discoteche dei ricchi, luogo di contagio ora se la prende con una inesistente 'deriva' del paese

Flavio Briatore e Daniela Santanchè

Flavio Briatore e Daniela Santanchè

globalist 17 ottobre 2020
Chi sono i ‘bolsonariani’ d’Italia? Quelli che mettono i soldi prima della Salute della gente, quelli che tuonano contro le misure restrittive per bloccare la diffusione del virus (che però i presidenti i regione di centro-destra prendono).
Quelli che solo poche stimata orsono difendevano le discoteche diventate le principali dispensatrici di virus nell’estate mentre da Billionaire e da altri posti per nababbi partivano quei contagi che hanno contribuito alla situazione attuale..
E che ha detto l’estremista di destra sponsor dei ricchi e del lusso?  "Stiamo andando verso una deriva pericolosa e inaccettabile".
La senatrice Fdi Daniela Santanchè invita l'opposizione a opporsi a nuove ulteriori restrizioni delle libertà individuali costituzionalmente garantite per ragioni di salute pubblica dettate dall'emergenza Covid.
"Noi - dichiara Santanchè - abbiamo una Costituzione. L’articolo 14 stabilisce inequivocabilmente che il domicilio è inviolabile. In casa tua può entrare solo l’autorità pubblica e in presenza di un’ipotesi di reato. Dire che il vicino ti può denunciare, ma come si fa? Il Ministro Speranza è impazzito. Ed è grave che, a parte Fratelli d`Italia e l’opposizione, non ci sia stata una sollevazione generale, come meritava una dichiarazione gravissima come quella del Ministro Speranza".
Ovviamente Speranza non ha mai detto una cosa simile ma intano divulgare le menzogne va bene.
"E che dire - prosegue la senatrice della destra-imprenditrice- del Governatore Vincenzo De Luca, che mette il bavaglio ai medici e agli infermieri della Campania impedendo loro di parlare e stabilendo, lui ex cattedra, un interlocutore unico, buono per tutte le occasioni? Come se il pilastro della nostra democrazia, di tutte le democrazie, non fosse la libertà di espressione e di parola".
"Tanto per cominciare - lamenta in particolare Santanchè- avrei evitato di dire che avrebbero fatto i controlli nelle case e, tantomeno, invitato il vicino di piano alla delazione. Vede, anche se in tanti troppo spesso lo dimenticano, la democrazia è una cosa seria. Loro saranno pure comunisti, ma non siamo ai tempi della Stasi, della Germania dell`Est o dell`Urss". E anche questo non è mai stato detto, perché nessuno ha invitato il vicino di casa a fare delazioni.
"Gli italiani - conclude la sentrice Fdi-. sono stati bravissimi. Le misure adottate le hanno rispettate tutte, comprese quelle più cervellotiche. Non bisogna trattarli come imbecilli, irresponsabili o, peggio ancora, criminali. Naturalmente il pensiero unico prevede che le regole, giuste o insensate che siano, valgono di fatto solo per gli italiani. I clandestini, invece, possono scorrazzare liberamente per tutto il territorio nazionale. Per loro, e solo per loro, vige il regime della libertà assoluta. E mi chiedo se anche i centri sociali siano obbligati a chiudere a mezzanotte e ad astenersi dal ballare o possono fare quello che vogliono perché sono amichetti di quelli al Governo?”,
E anche questo è falso. Nessuno può scorrazzare liberamente per l’Italia senza rispettare le misure e i rifugiati che arrivano sui barconi vengono messi in quarantena.