Calenda soddisfatto dell'arrivo di Costa in Azione: "Con lui abbiamo una rappresentanza alla Camera"

Il leader di Azione: "Il nostro obiettivo è strappare riformisti e popolari dall'abbraccio mortale di populisti e sovranisti e ricostruire l'Italia"

Calenda ed Enrico Costa

Calenda ed Enrico Costa

globalist 4 agosto 2020
Il passaggio di Enrico Costa da Forza Italia ad Azione rende felice Carlo Calenda, che commenta: "Azione ora ha una rappresentanza sia al Senato, con Matteo Richetti, che alla Camera. Questo sarà molto importante per presentare le nostre proposte". 
"Con Costa abbiamo lavorato per più di un anno nei governi Gentiloni e Renzi, è un solido liberale, ha fatto una battaglia sulla giustizia che condividiamo al 100%. C'è quindi una logica di storia, argomenti e politica", ha spiegato Azione.
"Il nostro obiettivo è strappare riformisti e popolari dall'abbraccio mortale di populisti e sovranisti e ricostruire l'Italia" ha continuato Calenda. 
"Se c'è un luogo, come Azione, in cui le istanze riformiste sono più potenti, Pd e Forza Italia possono staccarsi o la condanna del Paese è votare sempre per gli estremisti - ha spiegato Calenda - Per me Forza Italia non può aver esaurito la sua spinta e nel Pd gli elementi riformisti non possono, come oggi, fare come facevano i miglioristi del Pci, che la mattina si alzavano, dicevano una cosa e nessuno se li filava".