Elly Schlein: "Salvini parla di 'deriva antidemocratica' di Conte e voleva pieni poteri, mi fa ridere"

La vicepresidente dell'Emilia Romagna: "Non ho visto un rischio democratico nei mesi della gestione dell'emergenza"

Elly Schlein

Elly Schlein

globalist 29 luglio 2020
Ospite alla tramissione di Rai 3 'Agorà', la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein ha dichiarato: "Non ho visto un rischio democratico nei mesi della gestione dell'emergenza. Con estrema difficoltà abbiamo affrontato tutti, ai diversi livelli istituzionali, una situazione inedita. Mi fa sorridere quando la critica sulla deriva antidemocratica arriva da chi, come Salvini, chiedeva a un certo punto pieni poteri. Mi sembra che abbia qualche problema sui pieni poteri di qualcun altro". 
"Il virus non ha abbandonato le nostre comunità. La curva sta rimanendo bassa. Non ci si aspettano diverse ondate ma è come se un'unica ondata che ha più assestamenti. Bisogna dare un messaggio di massima attenzione in maniera trasversale" ha detto poi l'ex europarlamentare. 
"Mi arrabbio con Salvini e Orban ma mi arrabbio di più con gli europeisti che sull'immigrazione avrebbero la forza politica di cambiare questi equilibri e non lo fanno. Bisogna fare un salto in avanti sulle politiche migratorie" ha poi continuato Schlein, in riferimento alla protesta contro gli accordi sulla Libia, accesissima dopo che ieri la Guardia Costiera Libica ha ucciso due migranti.