L'appello dei parlamentari a Conte per scongiurare le nuovi stragi in mare

Un nutrito gruppo di deputati, senatori e europarlamentari ha lanciato un appello al premier perché l'Italia soccorra chi ha bisogno di essere soccorso in mare.

Una migrante soccorsa in mare

Una migrante soccorsa in mare

globalist 12 aprile 2020

Non c’è più Salvini e proprio l’altro giorno il premier ha incontrato Papa Francesco che anche oggi nel corso dell’Urbi et Orbi ha ricordato l’importanza di un mondo e di una Unione Europea diversa.


E allora ci aspettano segnali diversi: "Presidente Conte, noi che abbiamo aderito a questo appello e che sosteniamo il suo governo la imploriamo, nel giorno di Pasqua, di fare presto, di soccorrere chi ha bisogno di essere soccorso in mare. Ci giungono notizie di un naufragio, di natanti con il loro carico di umanità che disperatamente tentano di raggiungere le coste europee. Al governo italiano chiediamo di intervenire prima che sia troppo tardi". È l'appello che un gruppi di senatori, deputati e parlamentari europei lanciano al presidente del consiglio.


 


Hanno finora aderito Enza Bruno Bossio, Pietro Bartolo europarlamentare, Gregorio De Falco, Loredana De Petris,Davide Faraone, Elena Fattori, Lorenzo Fioramonti, Nicola Fratoianni, Alessandro Fusacchia, Francesco Laforgia, Riccardo Magi, Pierfrancesco Majorino , Gennaro Migliore, Rossella Muroni, Paola Nugnes, Matteo Orfini, Erasmo Palazzotto, Luca Pastorino, Giuditta Pini, Fausto Raciti, Luca Rizzo Nervo, Sandro Ruotolo, Doriana Sarli, Massimiliano Smeriglio, Massimo Ungaro, Francesco Verducci.