Processo Gregoretti, Crimi: "Salvini ormai è in stato confusionale"

Il leader temporaneo del M5s: "Salvini prima dice di volersi far processare, poi non vuole più, poi vuole di nuovo. Ha cambiato idea talmente tante volte che è impossibile capire come la pensi veramente".

Vito Crimi, sottosegretario con delega all’Editoria

Vito Crimi, sottosegretario con delega all’Editoria

globalist 12 febbraio 2020
Il leader temporaneo del M5s Vito Crimi ha così commentato la decisione del Senato di dare l'autorizzazione al processo a Matteo Salvini per il sequestro di persona sulla nave Gregoretti: "Da mesi il capo della Lega vive in uno stato confusionale, è evidente. Basta ricostruire le sue dichiarazioni: prima rivendica di essere stato lui a decidere sul caso Gregoretti, poi grida al complotto, affermando che si è trattato di un'azione promossa da tutto il governo. Prima dice di volersi far processare, poi non vuole più, poi vuole di nuovo. Ha cambiato idea talmente tante volte che è impossibile capire come la pensi veramente".
"Da Salvini solo fughe e menzogne" ha concluso Crimi.