Stefania Craxi contro il Pd: "Sbronzi di moralismo d'accatto"

Il duro attacco della senatrice di Forza Italia: "Una maggioranza divisa e, soprattutto, un Pd che invoca sobrietà, senza rendersi conto che l'unica ubriacatura è la loro"

Stefania Craxi

Stefania Craxi

globalist 4 febbraio 2020
Stefania Craxi, senatrice di Forza Italia e vicepresidente della Commissione Affari Esteri ha affermato: "Nulla di nuovo sotto i cieli di Milano. La discussione a Palazzo Marino sulla figura di Craxi non ha registrato, come prevedibile, nulla di nuovo. Un sindaco che invoca un dibattito da ben tre anni e poi non si presenta neanche in aula, trincerandosi dietro l'ormai stantia formula di rito". 
"Una maggioranza divisa e, soprattutto, un Pd che invoca sobrietà, senza rendersi conto che l'unica ubriacatura è la loro, sbronzi come sono di un giustizialismo di maniera e di un moralismo d'accatto, oggi accentuato dalla ricerca spasmodica di un'alleanza locale e nazionale con i pentastellati i quali, come da copione, non potevano che, conformemente al loro stile, buttare tutto in offese, insulti e mistificazioni. Non è mancato il gioco al ribasso, ridicolo ancor prima che offensivo, della targa non si sa bene da apporre dove, con l'autorizzazione di chi e con scritto cosa.
"Un grazie ai gruppi di opposizione, Forza Italia come sempre in testa con Maria Stella Gelmini, e a quanti si sono opposti con il loro agire e le loro dichiarazioni a mettere in evidenza le ipocrisie del sindaco e della maggioranza. Ora aspettiamo il prossimo dibattito inutile o di comodo, iniziando da quello di fine mese dei democratici che la segreteria cittadina del Pd ha derubricato scandalizzata a questione giovanile. Aveva ragione ancora una volta Craxi. 'Bugiardi ed extraterrestri'", conclude Stefania Craxi.