Crimi riparte dal populismo e attacca 'la vecchia politica" sui vitalizi

Scrive su Facebook il leader temporaneo del M5s: "I signori della vecchia politica li chiamano 'diritti acquisiti'. No: i vitalizi sono un odioso privilegio che i parlamentari si sono regalati da soli"

Vito Crimi

Vito Crimi

globalist 30 gennaio 2020
Si sentiva un bisogno di un ritorno alle origini del M5s? Evidentemente secondo Vito Crimi sì. E quindi il leader temporaneo del Movimento dopo il passo indietro di Di Maio riparte lì da dove il M5s era partito, ossia i vitalizi. 
Scrive infatti Crimi su Facebook: "I signori della vecchia politica li chiamano 'diritti acquisiti'. No: i vitalizi sono un odioso privilegio che i parlamentari si sono regalati da soli, uno schiaffo in faccia a chi lavora una vita per arrivare alla pensione. Noi li abbiamo aboliti, ma al Senato c'è chi sta facendo di tutto per farli rientrare dalla finestra. E tra coloro che devono esprimersi sulla loro cancellazione c'è anche chi avrebbe interesse a salvarli. Alla faccia del conflitto di interessi, chi volete prendere in giro? Noi non molliamo".