Salvini si dice "soddisfatto" dei risultati (cioè?)

Il leghista elogia la compattezza del centrodestra e rimarca i risultati non solo in Calabria ma anche in Emilia Romagna: "Se fosse stato un voto nazionale avremmo stravinto"

Emilia Romagna

Emilia Romagna

globalist 27 gennaio 2020

Il giorno dopo, Matteo Salvini mostra soddisfazione per i risultati elettorali. La Calabria è stata vinta, l’Emilia Romagna no, ma i dati gratificano il leader leghista, secondo cui l’appuntamento della vittoria è solo rinviato nel tempo. Arrivano poi segnali positivi dalla coalizione, “il centrodestra ha dato prova di compattezza. Chiaro che se ieri si fosse votato a livello nazionale il centrodestra avrebbe stravinto”. 


“Finalmente una notte in cui si è dormito qualche ora. Un’analisi al volo anche se i seggi sono aperti, ma mi sono alzato assolutamente soddisfatto” assicura Salvini, “non solo perché abbiamo fatto con tutta la squadra tutto quello che è umanamente possibile e di più”.


Salvini ricorda che in Emilia Romagna “abbiamo fatto opposizione con 9 consiglieri fino a ieri, adesso 13 o 14 consiglieri. È un passaggio vuole dire che abbiamo fatto tanto e dobbiamo fare di più ci prepariamo a 5 anni di appassionata opposizione perché il cambio è solo rimandato” afferma il leader della Lega nella conferenza stampa dopo le regionali, in un hotel alle porte di Bologna. “Faremo una festa di ringraziamento nel fine settimana perché gli elettori si ringraziano sempre e comunque”.


Soddisfazione naturale invece per i risultati delle regionali in Calabria.  “La Lega non si era mai presentata alle regionali, ora per la prima volta con il nostro simbolo sulla scheda e siamo testa a testa a essere il primo partito del centrodestra” ha sottolineato Salvini. “Sarò in Calabria questa settimana per ringraziare gli elettori, e per dare una squadra di governo e di Giunta più velocemente possibile in una terra massacrata”