Renzi rompe in Calabria e Puglia e il Pd accusa: "Fai un regalo a Salvini"

Italia Viva in un caso da sola e nell'altro alleata con Calenda. E i democratici fanno un appello: "Anche solo un voto sottratto alla sfida contro l'avanzata di Lega e destra nel sud è un clamoroso errore".

Renzi e Calenda

Renzi e Calenda

globalist 15 gennaio 2020
Che è successo? Alle Regionali in Calabria il partito di Renzi correrà da solo, mentre in Puglia con Azione di Calenda.
E scoppia la polemica con i democratici:  "L'atteggiamento di Italia Viva in Calabria e in Puglia rischia di essere un regalo alla destra di Salvini e al sovranismo. Anche solo un voto sottratto alla sfida democratica per contrastare l'avanzata della lega e della destra nel sud è un clamoroso errore".
Così in una nota Nicola Oddati della segreteria nazionale Pd, che "invita gli amici di Iv a ripensarci e a scegliere con nettezza il campo politico dove stare".
Oltre alla Calabria c’è da dire che il candidato pugliese Michele Emiliano è particolarmente sgradito a Renzi e Calenda anche sul piano personale. E che la sua candidatura non è piaciuta. Tanto da scegliere altre strade, a costo di favorire Salvini.