Altri due deputati grillini passano al misto, ore difficili per Di Maio

I due parlamentari hanno comunicato alla presidenza della Camera il passaggio al Gruppo Misto.

Massimiliano De Toma e Rachele Silvestri

Massimiliano De Toma e Rachele Silvestri

globalist 10 gennaio 2020

I deputati Massimiliano De Toma e Rachele Silvestri hanno lasciato il M5S. I due parlamentari hanno comunicato alla presidenza della Camera il passaggio al Gruppo Misto.


Una giornata che ha visto anche un attacco al doppio incarico di Luigi Di Maio e un altro, ancora più netto, alla piattaforma Rousseau. Il tutto contenuto in un documento presentato all'assemblea dei senatori. Tre pagine che certificano il profondo dissenso interno al M5S e che chiedono che al vertice ci sia "un organo collegiale democraticamente eletto". Non solo. Nel testo si chiede che anche la piattaforma Rousseau sia sotto il controllo del Movimento. 


In serata la plenaria dei gruppi M5S. "Ci saranno diversi passaggi, il primo da qui a fine gennaio dove le forze politiche individueranno le proprie priorità. A quel punto ci riuniremo e verrà fatto uno studio di fattibilità per individuare anche i tempi di realizzazione", avrebbe detto il leader M5S Luigi Di Maio all'assemblea congiunta. "Sapete bene che bisogna scrivere il nuovo cronoprogramma di governo che servirà a pianificare i temi per i prossimi 3 anni. L'ho già detto alle altre forze politiche e lo ribadisco anche qui: per la stesura di questo cronoprogramma deve essere coinvolto al massimo il Parlamento", ha spiegato Di Maio.


"Possiamo discutere di tutto, anzi penso che sia opportuno farlo - ha detto il leader M5S Luigi Di Maio all'assemblea congiunta dei parlamentari -. Per questo abbiamo individuato il luogo dove farlo in maniera approfondita: saranno gli stati generali del Movimento 5 Stelle di marzo. Sarà l'occasione per riuscire a dare una nuova vision al Movimento. E per farlo dovremo guardare ai prossimi 10 anni".