Regionali Calabria, Mimmo Lucano: "Voterò Oliverio, Callipo è contro il centro-sinistra"

L'ex sindaco di Riace: "Callipo è una personalità che divide, Oliverio è stato vicino a Riace anche quando Minniti ha iniziato a rovinarci"

Mimmo Lucano

Mimmo Lucano

globalist 17 dicembre 2019
Le Regionali in Calabria vedono contrapporsi nell'area di centrosinistra Pippo Callipo, imprenditore che già si candidò nel 2010 perdendo contro la destra di Scopelliti, inimicandosi così una parte del Pd che lo accusano di aver indebolito, con la sua candidatura, la coalizione guidata da Agazio Loiero, a tutto vantaggio di Scopelliti, e il già presidente Mario Oliverio. 
Intervistato da Il Manifesto, l'ex sindaco di Riace Mimmo Lucano ha dichiarato di non avere dubbi sulle sue intenzioni di voto: "Pippo Callipo è sempre stato contro il centrosinistra, è una personalità che divide e fece vincere la destra di Scopelliti. Oliverio viene dal PC ha una storia di sinistra". 
"Quando abbiamo avuto difficoltà a Riace - prosegue - è sempre stato dalla nostra parte. Ed anche quando ho avuto le vicissitudini giudiziarie ha sempre espresso solidarietà e non solo umana. Aveva intuito, a differenza del nazionale, che l'idea Riace era una risorsa per l'intera sinistra italiana perché ribaltava il paradigma secondo cui gli immigrati erano criminali. Purtroppo era quel che allora pensava il Pd nazionale. Ricordo che sono stati dirigenti, come l'ex ministro Marco Minniti, ad aver rovinato Riace. E mentre Minniti perseguitava Riace con i suoi decreti tagliando i fondi, Oliverio era qui con noi".
"Se le cose restano così - conclude Lucano - voterò il presidente Oliverio. Spero, però, che tutti abbiamo contezza della drammaticità della situazione. Per cui occorre che ognuno faccia un passo indietro e si ritrovi l'unità su un nome condiviso per evitare che si imponga la destra di Salvini. Il tempo ancora c'è".