Il fuorionda di Renzi: “Stavo per dire la verità, ma non si può dire”

Il leader di Italia Viva ai microfoni (spenti) del Tg5: “Il ministro Bonafede non sa di cosa parla, non capisce…”

Renzi

Renzi

globalist 13 dicembre 2019
 


Un’intervista un po’ “faticosa” quella rilasciata da Matteo Renzi ai microfoni del Tg5, tanto da finire a “Striscia la Notizia”. Dopo una serie di papere del leader di Italia Viva, costretto a ripetere più volte alcune risposte, l’ex premier si lascia scappare un commento piuttosto strano.


Si parla dell’inchiesta sulla Fondazione Open e della scelta di Renzi di denunciare per diffamazione alcune persone, tra cui Marco Travaglio. “Mi sono rivolto proprio a quei giudici, al dott Creazzo, chiedendo in primis perché non mi state… No – si interrompe Renzi – perché non mi state no, stavo per dire la verità ma non si può dire”, spiega l’ex segretario del Pd.


E sul ministro della Giustizia aggiunge: “Bonafede non sa di cosa sta parlando, talvolta gli capita”, la risposta ufficiale. Ma nel fuorionda rincara la dose: “In realtà la frase da dire è…". ”Che non capisce un..”, conclude la frase il giornalista. “Questo non lo posso dire, però...", aggiunge Renzi.