Fico ricorda piazza Fontana ma non cita i fascisti: l'ira del Pd

Lo denuncia Andrea Romano: "Fico parla di 'gruppi eversivi'. Quei gruppi avevano un preciso colore politico: il nero di Ordine Nuovo"

La targa in memoria delle vittime della strage di Piazza Fontana

La targa in memoria delle vittime della strage di Piazza Fontana

globalist 11 dicembre 2019
Nella sua commemorazione alla Camera della strage di Piazza Fontana, il Presidente Fico non ha usato la parola 'fascisti' ma ha detto che "la ricostruzione storica ha ricondotto le responsabilita' di quell'evento a gruppi eversivi". "Ma ha dimenticato di aggiungere che quei "gruppi politici" avevano un preciso colore politico: il nero neofascista di Ordine Nuovo" scrive su Facebook il deputato Pd e portavoce di Base Riformista, Andrea Romano. 
"Una omissione grave e triste, soprattutto alla vigilia del cinquantesimo anniversario della Strage. Perché la sacrosanta funzione di garanzia di tutte le parti politiche esercitata dalla Presidenza della Camera - prosegue Romano - non può impedire alla terza carica istituzionale della Repubblica di ricordare con doverosa precisione le responsabilità politiche che la storia - prima ancora delle sentenze giudiziarie - ha assegnato all'eversione neofascista nella pianificazione e nell'esecuzione della strage di Piazza Fontana".