Di Maio, nuovi ricatti al Pd: "La prescrizione diventa legge, non discutiamo"

Così il capo politico dei 5 stelle in un'intervista al Giornale Radio Rai.

Di Maio

Di Maio

GdS 4 dicembre 2019






"La nostra riforma" sulla prescrizione "dal primo gennaio diventa legge, su questo non discutiamo. Se il Pd poi vuole votare una legge con Salvini e Berlusconi per far ritornare la prescrizione come era ideata da Berlusconi, sarà un Nazareno 2.0, ma non credo avverrà". Così Luigi Di Maio in un'intervista al Giornale Radio Rai.

"Per me quello che dicono da quella parte non ha nessuna credibilità". Lo ha detto al Gr1 il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, in merito all'invito ai cinquestelle da parte del leader della Lega, Matteo Salvini, a rompere l'alleanza con il Pd. Di Maio ha ribadito che si va avanti con questo governo, "assolutamente sì".

La situazione attuale nel governo. Italia viva ha evitato di concedere l'urgenza al ddl Costa, non partecipando al voto, ma in ogni caso non esclude che quando si discuterà nell'Aula l'eventualità di fermare la riforma della prescrizione non farà convergere i voti con quelli dell'opposizione. Messaggio inviato direttamente a Conte, nell'incontro che la delegazione dei renziani ha avuto a palazzo Chigi con il premier. E anche il Pd nonostante non abbia strizzato l'occhio a FI - tanto che la richiesta del partito azzurro è stata bocciata con 269 no, 219 sì e due astenuti - è sulle barricate.