Salvini a processo per vilipendio e i reazionari organizzano un rosario per sostenerlo

Il capo della Lega accusato di aver vilipeso la magistratura e spuntano i fedeli di Medjugorie con la preghiera sovranista.

Salvini esibisce il rosario

Salvini esibisce il rosario

globalist 3 dicembre 2019
Ci mancava un rosario dei clerico-tradizionalisti in favore dello spacciatore abusivo di rosari e crocifissi e che legge il Vangelo alla rovescia.
Capita in questo strano paese: il leader della Lega Matteo Salvini sarà martedì prossimo a Torino, per rispondere dell'accusa di vilipendio all'ordine di giudiziario, e nel capoluogo piemontese oltre alle sardine, in piazza nel pomeriggio, si mobilitano anche le 'antisardine', ossia i reazionari.
Davanti al Palazzo di Giustizia si terrà una recita del rosario organizzata dal gruppo 'I cinque sassi'(che si rifà alla Madonna di Medjugore diventata il simbolo dei reazionari) nato a Torino nei giorni scorsi per "sostenere con la preghiera Salvini, i politici e tutte quelle persone che lavorano per il bene dell'Italia".
Angela, una delle coordinatrici, spiega: "Siamo le antisardine. Loro stanno riempiendo le piazze. Noi chissà quanti saremo? Con la preghiera vogliamo sostenere chi lavora per difendere i valori e le tradizioni degli italiani".
Sull'episodio che ha portato Salvini in Tribunale - le frasi contro la magistratura pronunciate dal parlamentare in un discorso a Collegno (Torino) il 14 febbraio 2016 - la portavoce del gruppo 'I cinque sassi' dice: "I poteri forti vogliono pilotare le questioni italiane". Gli aderenti al gruppo dicono di essere "cattolici" e aggiungono: "Crediamo in Salvini. Quello di martedì è un atto di fede".