Top

Il sindaco di Sesto insiste nel no alla cittadinanza alla Segre: "Sarebbe svilente"

Roberto Di Stefano ha detto che la senatrice "Non ha a che fare con la storia della nostra città e darLe la cittadinanza sarebbe svilente per lei perché è una strumentalizzazione politica"

Liliana Segre in un foto da ragazza
Liliana Segre in un foto da ragazza

globalist

20 Novembre 2019 - 16.28


Preroll

Ci sono alcuni sindaci della destra che proprio non riescono a prendere le distanze dal nazismo senza se e senza ma ma ritengono, come il sindaco di Predappio, che la condanna degli orrori del passato (che minacciano anche il presente) debbano essere fatti con il bilancino.
Niente cittadinanza onoraria di Sesto San Giovanni (Milano) per Liliana Segre: “Ieri sera in Consiglio comunale – spiega il Pd in una nota – è stata bocciata la manifestazione di intenti presentata dal Movimento Cinque Stelle e accolta da tutta l’opposizione”.
Il Partito Democratico aggiunge che le motivazioni del sindaco di centrodestra Roberto Di Stefano “sono che ‘Liliana Segre non ha a che fare con la storia della nostra città e darLe la cittadinanza sarebbe svilente per lei perché è una strumentalizzazione politica’”.
Una motivazione che il Pd critica, così come l’annuncio di Di Stefano di volerla invitare, prosegue il Pd, il 27 gennaio. “A questo punto – conclude la nota – ci viene quasi da dire “‘Senatrice, dovessero invitarla, lasci perdere. Il Sindaco Roberto Di Stefano dice che qui lei è un’estranea”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage