Il monito di Bettini: "Il Governo o cambia o muore, basta conflitti interni"

L'esponente del Pd: "Non è una minaccia, è una constatazione. Se la maggioranza non riesce a cambiare rischiamo di perdere anche in Emilia"

Goffredo Bettini

Goffredo Bettini

globalist 10 novembre 2019
L'esponente Pd Goffredo Bettini ha rilasciato un'intervista a Repubblica in cui ha dichiarato che "il Governo ha avuto difficoltà, ma ha realizzato cose importanti. Sono crollati gli interessi sul debito, è stato scongiurato l'aumento dell'Iva, saranno ridotte le tasse sui lavoratori anche se in misura per me insufficiente, si fa sul serio contro l'evasione. Tuttavia alcune posizioni e ambiguità di settori della maggioranza hanno messo in secondo piano i risultati. La sola possibilità del ritorno di Salvini ha interrotto la discesa dello spread. O si cambia o si muore. Non è una minaccia, è una constatazione". 
"È difficile governare bene", aggiunge con Luigi Di Maio che "considera gli alleati poco potabili e con Renzi che dice mai con i 5S in futuro. Mi chiedo con quale sincerità dicano di non volere le elezioni. Tutti devono sapere che, se si va in ordine sparso, il solo partito che rimarrà decisivo e in piedi sarà il Pd. Renzi centrifuga bene nel suo bicchiere d'acqua. Ma in mare aperto, così facendo, rischia di perdersi. Se il governo e la coalizione inventano ogni giorno qualche conflitto, ci rendiamo conto -conclude Bettini- che possiamo perdere in Emilia?"