Sandra Zampa (Pd): “in Emilia la Lega sta soffiando sulle braci dell’odio”

La sottosegretaria al Ministero della Salute: "la campagna elettorale della destra sfodera in Emilia Romagna il volto peggiore del passato"

Salvini

Salvini

globalist 9 novembre 2019
Sandra Zampa, sottosegretaria al Ministero della Salute e membro della Direzione Pd, ha rilasciato una nota in cui critica aspramente la campagna elettorale della Lega in Emilia-Romagna: "Le riproduzioni dei volti di Romano Prodi, Stefano Bonaccini e Virginio Merola affisse a un muro da abbattere, il richiamo a espugnare Bologna e l'Emilia Romagna rivolto ai militanti leghisti dal loro capitano Salvini, il censimento dei residenti stranieri negli alloggi pubblici, il diniego di contributi per permettere agli studenti di recarsi ad Auschwitz in visita: la campagna elettorale della destra sfodera in Emilia Romagna il volto peggiore del passato e torna a soffiare sulle braci dell'odio, quasi si sentisse il bisogno di rinfocolarlo. Cosa c'entri il triste bagaglio del razzismo, dell'intolleranza, del disprezzo e della violenza contro i competitori politici con le prossime elezioni regionali, nessuno è in grado di capirlo".
"La verità che si nasconde dietro al lugubre e squallido spettacolo è che la destra non ha un progetto politico e non ha un programma da proporre agli emiliano-romagnoli, non ha idee e, soprattutto, non sa contro cosa appuntare le proprie critiche visti gli ottimi risultati che Bonaccini puo' vantare - prosegue Zampa - Saremo noi, insieme a lui, a proporre altri passi avanti, nuovi risultati da raggiungere per assicurare a questa straordinaria regione un futuro di crescita, sviluppo e coesione".
I cittadini dell'Emilia Romagna "sono pragmatici, capaci di giudicare e di scegliere senza che qualcuno li aizzi ad abbattere muri di cartone o ad espugnare città e territori. Vanno rispettati. Una cosa che la destra non ha mai saputo fare", conclude il sottosegretario al ministero della Salute.