Dopo i volgari attacchi della destra anche i Verdi difendono Report: "Giù le mani"

Angelo Bonelli: "La Lega sta cercando di imbavagliare l'informazione. Salvini è in televisione ogni ora, lui non la viola la par condicio?"

Sigfrido Ranucci

Sigfrido Ranucci

globalist 23 ottobre 2019
Angelo Bonelli, coordinatore nazionale dei Verdi, si è unito al coro di proteste indignate che ha accolto l'accusa dei consiglieri del Cda della Rai contro la puntata di Report: "Il Cda piuttosto che imbavagliare il giornalismo di inchiesta con l'alibi scandaloso della par condicio violata in previsione delle elezioni Umbre, dovrebbe preoccuparsi della mancanza di pluralismo della Rai a favore del sistema partitocratico" ha detto Bonelli. 
"Report non si tocca. Quello che vorrebbero fare è fermare il diritto all'informazione, che ricorda veri e propri regimi presenti e passati. L'ex ministro Salvini è in televisione praticamente in tutti gli spazi quotidiani, dalla colazione, passando per il pranzo fino all'aperitivo e alla cena. In quel caso di che par condicio si tratta? A questo punto noi Verdi invieremo alla procura di Roma il servizio di Report su 'Moscopoli' una vicenda quanto mai aperta che Salvini sarà costretto a chiarire, visto che non ha mai voluto farlo in Parlamento".