Boldrini ironizza su Salvini: "Patetico, si lamenta del complotto che si è fatto da solo"

L'ex presidente della Camera contro Capitan Nutella: "Ha fatto tutto da solo e ancora cerca il capro espiatorio..."

Boldrini

Boldrini

globalist 21 ottobre 2019
L’arte della destra oltre alla demagogia è il vittimismo. E chi adesso sta lavorando con lena per tenere alta la fiaccola del vittimismo è proprio lui, Capitan Nutella, che da quando non fa più il ministro inventa fesserie a raffica (tutte ovviamente prive di prove) per parlare di complotti, manovre, macchinazioni che nemmeno i terrapiattisti e le scie chimiche quando stanno in forma.
Qualcuno lo prende in giro: "Salvini fuori dal governo? Ha fatto tutto da solo e ancora cerca il capro espiatorio: ha del patetico andare in giro a cercare il complotto internazionale e il colpo di Stato".
Lo ha detto a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Laura Boldrini, deputata del Partito Democratico. "Salvini sta male - afferma l'ex presidente della Camera - perché gli è sfuggita la situazione di mano, se la prende con tutti quelli che la pensano diversamente da lui, attraverso i canali dell'odio che sa gestire benissimo".
Quanto all'affermazione di Salvini secondo cui con il Conte 2 sono aumentati i morti in mare, Boldrini ha replicato:. "Si aggiusta molto bene questa storia, perché consapevole di non aver fatto nulla su questo tema. Doveva riportare a casa seicentomila irregolari e ha avuto zero risultati. Da questo punto di vista ha fallito. E inoltre ha creato nuovi irregolari, togliendo il permesso per motivi umanitari". Da ministro, ha proseguito Boldrini, Salvini "ha fatto un po' di cinema ai danni dei migranti soccorsi in mare".
Boldrini ha confutato la tesi del leader della Lega secondo cui prima partivano meno immigrati dalla Libia e quindi ne morivano di meno: "col Mediterraneo non più presidiato, noi non sappiamo quanti siano morti; purtroppo noi non abbiamo più modo di saperlo".