Speranza: "Non torno nel Pd perché serve una forza nuova"

Il ministro della Salute e esponente di Leu spera in una formazione "democratica, progressista e di sinistra"

Roberto Speranza

Roberto Speranza

globalist 16 ottobre 2019

L'espressione forza nuova, vista l'esistenza dei gruppo fascista, suona uin po' strana. Ma come altro dire in una forma sintetica che serve una nuova formazione politica?


"Io non torno nel Pd perché penso serva una grande forza nuova, penso che il Pd non basti. Vorrei lavorare con Zingaretti e con tanti militanti del Pd per offrire una nuova alternativa", per "una nuova forza democratica, progressista e di sinistra".


Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo a Otto e mezzo su La7.
Speranza ha ricordato che "noi di Leu abbiamo creduto prima degli altri sull'ipotesi di questo accordo politico fra Cinquestelle e centrosinistra. Peraltro fu proprio Bersani, nel 2013, a credere che si potesse investire su questo".