Franceschini a Biondi dell’Aquila: “Cessi le interferenze politiche sul Festival”

Il ministro scrive al sindaco che vuole impedire il Festival degli Incontri perché ospita Saviano e Zerocalcare: “Lo sblocchi”

Dario Franceschini

Dario Franceschini

Desk 24 settembre 2019
Dario Franceschini toglie il terreno sotto ai piedi al sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi sul Festival degli Incontri: il ministro gli ricorda che deve smetterla con le interferenze politiche e che il Comitato operativo, formato da Comune e Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, aveva approvato il programma. Compresi quindi i tanto odiati (dal sindaco di Fratelli d’Italia) Saviano e Zerocalcare.

In risposta alla lettera di Biondi il ministro ha scritto: “La invito a porre in essere tutti gli atti volti ad assicurare lo svolgimento del Festival secondo il programma previsto che, come ho già ribadito nei giorni scorsi e alla luce di quanto sopra illustrato, non può né deve essere oggetto di alcuna pressione e interferenza politica”. Il sindaco ha attaccato con violenza la direttrice artistica del Festival Incontri, Anna Barbagallo, e l’ideatrice Annalisa De Simone per la presenza in cartellone di Roberto Saviano e ZeroCalcare.

Il ministro, informa il dicastero, ha ricostruito la vicenda amministrativa, non ha trovato “alcuna anomalia” e ricorda al primo cittadino che “il programma del Festival è stato approvato dal Comitato operativo, l’organismo all’interno del quale, come evidenziato, sono rappresentate entrambe le Amministrazioni a cui non compete entrare nel merito di scelte di carattere esclusivamente artistico”. Altro affondo: “la piena condivisione di tutti i passaggi amministrativi rende ora difficilmente comprensibili rallentamenti o impedimenti nella realizzazione dell’iniziativa”. In pratica: dov’era fino a pochi giorni fa Biondi?