Pillon attacca la Bonetti: "Non molleremo, i bambini devono avere mamma e papà"

Il senatore non ha preso bene le parole della neoministra per le Pari Opportunità: "il Pd vuole imporre l'agenda al M5s e bloccare la riforma dell'affido condiviso"

Simone Pillon

Simone Pillon

globalist 16 settembre 2019
La ministra delle Pari Opportunità Elena Bonetti lo ha detto chiaro: Il ddl Pillon "rimarrà nel cassetto", ma il senatore non ci sta e attacca: "Come ampiamente prevedibile, il Pd vuole imporre l'agenda al Movimento 5 Stelle tentando di bloccare la riforma dell'affido condiviso, senza neppure leggere il lavoro fatto in questi mesi sul testo unificato. Evidentemente secondo il ministro Bonetti i figli delle famiglie separate sono bambini di serie B, condannati a perdere uno dei genitori, specialmente il padre. Pur di vendicarsi della Lega, dalle parti del Pd son disposti a calpestare i diritti dei più piccoli". 
"Mi auguro che i parlamentari 5stelle, specialmente quelli che hanno condiviso il senso della riforma e hanno lavorato sodo con noi per migliorarne il testo, non accettino ordini da chi li ha insultati fino a ieri", continua Pillon. "In ogni caso - conclude - noi non molleremo mai, finché non sarà riconosciuto il diritto di tutti i bambini a stare con mamma e papà".