Zingaretti: "Una scissione di Renzi sarebbe lacerante e incomprensibile"

Il segretario: "spero, come Papa Francesco, che non ci sia nessuno scisma, adesso sarebbe impossibile"

Renzi e Zingaretti

Renzi e Zingaretti

globalist 11 settembre 2019
Uno 'scisma' all'interno del Pd, in questo momento, sarebbe 'Lacerante' per Nicola Zingaretti. Il segretario del Pd sostiene di leggere tutit i giorni sui giornali di congetture sull'argomento ma "l'unica cosa che non si capisce è il motivo". Lo ha detto a Porta a Porta, rispondendo alla domanda sulla possibilità che Renzi crei dei nuovi gruppi fondamentali dopo la Leopolda. 
Zingaretti ha anche chiarito la sua posizione su altri due temi, la legge elettorale e l'ormai famoso taglio dei parlamentari. Sul secondo, sui cui si è espresso meno, ha dichiarato: "Sgombro il campo dagli equivoci noi abbiamo chiesto che con la condivisione del taglio dei parlamentari si apra una discussione sulle garanzie costituzionali".
Sulla legge elettorale, di fronte alle critiche di chi come Romano Prodi ritiene più opportuno il maggioritario il leader del Pd ha detto: "le obiezioni che vengono fatte sono molto condivisibili, dovremo discutere con grande attenzione. Anche se purtroppo non è vero che il maggioritario garantisce stabilità. Io non ho la soluzione finale però trovo saggio che di fronte al taglio dei parlamentari si apra una riflessione sulla legge elettorale. Ora dovremo decidere verso quale approdo andare".