Top

La mezza minaccia leghista: "Governo M5s-Pd? Ci auguriamo che il popolo insorga"

A dirlo è Alessandra Locatelli, ministra della Famiglia ed ex sindaca di Como, a Palermo per un incontro con alcune associazioni

Un comizio di Salvini
Un comizio di Salvini

globalist

26 Agosto 2019 - 15.58


Preroll

Superato lo shock del fallimento del loro capetto Salvini, ora la Lega deve riorganizzarsi, e anche in fretta dato che la possibilità che il Carroccio ritorni all’opposizione si concretizza ora dopo ora. Ovviamente, la violenza leghista non lascerà le poltrone così poco tempo occupate senza combattere, ma si pensa già a un domani in cui il partito di maggioranza in Italia si ritrovi estromesso dal governo. 
La linea, ovviamente, è quella di puntare sull’illegittimità di un’eventuale alleanza M5s-Pd (eventualità surreale ma forse necessaria dato il teatrino messo su da Salvini l’8 agosto scorso) e i primi passi sono mossi da Alessandra Locatelli, ministra (forse ancora per poco) della Famiglia, sostituta di Lorenzo Fontana: a Palermo, l’ex sindaca di Como – che nel corso del suo mandato ha emesso ordinanze encomiabili, come quella che vietava di fornire latte ai clochard – ha dichiarato: “Nell’eventualità che la Lega vada all’opposizione e si formi un nuovo governo Pd-M5s ci auguriamo che il popolo insorga il prima possibile, noi saremo tra i primi a scendere in piazza”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage