Leu accusa Salvini: "La smetta di usare parole eversive"

Il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro: "l'Italia non è e non diverrà come l'Ungheria di Orban o la Turchia di Erdogan",

Proteste contro Salvini

Proteste contro Salvini

globalist 9 agosto 2019
Una deriva autoritaria legittimata dai camerieri grillini. Ma ora con l’estrema destra in crescita il rischio di deriva autoritaria e di Italia Stato di polizia c’è eccome: "Salvini si ricordi che siamo in una democrazia parlamentare e la smetta di usare parole eversive quali la richiesta di avere dal popolo pieni poteri". Lo scrive in una nota il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.
"Le elezioni anticipate - prosegue Fornaro - sono una eventualità democratica e sarà in Parlamento, luogo in cui si esprime la volontà popolare, che ognuno si assumerà le proprie responsabilità di fronte al Paese e si verificherà se non esistono alternative al ritorno al voto".
"Salvini studi la Costituzione italiana su cui ha giurato e la smetta di trattare il Parlamento della Repubblica come un semplice intralcio ai suoi disegni politici: l'Italia non è e non diverrà come l'Ungheria di Orban o la Turchia di Erdogan", conclude Fornaro.