Top

Taverna: "basta alimentare odio" e su twitter le ricordano: "sugli insulti hai costruito la carriera"

La vicepresidente della Camera commenta l'aggressione al ragazzo con la maglietta del cinema America e su twitter parte la presa in giro

Paola Taverna
Paola Taverna

globalist

29 Luglio 2019 - 15.39


Preroll

Con i suoi comodi, Paola Taverna ha deciso di dire la sua sull’aggressione del ragazzo che indossava una maglietta del cinema America da parte di un gruppo di estremisti fascisti. Scrive la vicepresidente della Camera: “Un altro atto vile verso un ragazzo che indossava la maglietta del Cinema America da parte di una frangia estremista rimasta all’età della pietra. Ho chiesto più volte ai partiti di smetterla di alimentare odio, che poi si ripercuote nelle strade”. 
A parte il non aver parlato espressamente di fascisti, il fatto che proprio Paola Taverna parli di ‘non alimentare odio’ è davvero il colmo: come molti le stanno facendo notare su twitter, il M5s ha una ‘gloriosa’ storia di liste di proscrizione, espulsioni e depurazioni operate ai danni di chi non era allineato con la linea del Movimento. E la stessa Taverna si è resa protagonista, in più di un’occasione, di turpiloquio e volgarità estreme inammissibili per il ruolo che ricopre – e che sventola con orgoglio, fresca di laurea com’è adesso -.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile