La Lega prende le distanze da Savoini: "Non aveva incarichi". Allora perché era nello staff di Salvini?

Lo dice Claudio Borghi, presidente leghista della Commissione Bilancio alla Camera, arrivando al centenario dell'Abi a Milano.

Putin e Conte e sullo sfondo il leghista Savoini

Putin e Conte e sullo sfondo il leghista Savoini

globalist 12 luglio 2019
Gianluca Savoini "ha questa associazione di interscambio Italia-Russia, non è una persona della Lega, non è un parlamentare, non ha nessun ruolo ufficiale nella Lega". Lo dice Claudio Borghi, presidente leghista della Commissione Bilancio alla Camera, arrivando al centenario dell'Abi a Milano. "Sinceramente, il partito ha frequentato tante persone in passato, ora che è al 40% viene utile spendersi per affari personali ma al momento Savoini non ha alcun ruolo".
Peccato che lui stesso ha pubblicato sui suoi profili social (guarda qui il video) la sua presenza alla cena con Putin. Savoini risulta accreditato nello staff di Salvini. 
Dunque ora che è scoppiato lo scandolo tutti fanno finta di non conoscersi. Ma Savoini non è solo stato il portavoce di Salvini ma era anche tra gli invitati alla cena con Putin in Italia. Non è quindi un millantatore. 

"Con grande piacere ho partecipato alla cena governativa in onore della visita di Vladimir Putin in Italia". Così scriveva Gianluca Savoini su Twitter pubblicando un video che ritrae il presidente russo durante la visita in Itali.