Top

Salvini: se arrestano quelli della Sea Watch e cacciano i migranti ok allo sbarco

Il Ministro su rete 4: "non voglio che siano gli italiani a pagare, voglio che la Sea Watch la smetta di andare in giro per il Mediterraneo"

Migranti a bordo della Sea Watch
Migranti a bordo della Sea Watch

globalist

27 Giugno 2019 - 07.23


Preroll

Salvini ha dettato le sue condizioni: Se si rispetta la legge, e cioè se pagano una multa da 50mila euro, se l’equipaggio viene arrestato o espulso, se la nave viene fermata o sequestrata e la smette di andare in giro per il Mediterraneo e se i 42 immigrati a bordo vengono ridistribuiti nei Paesi europei, io faccio sbarcare la Sea Watch in cinque minuti”.
Ma Salvini precisa: “non voglio che siano gli italiani a pagare”. Il Ministro ha parlato a ‘Dritto e Rovescio’ su Rete4. 
Il video di Carola Rackete
Sembra che la situazione si stia sbloccando, o almeno è quanto scrive in inglese l’account twitter della SeaWatch condividendo un video girato da Carola Rackete in cui spiega cosa è accaduto nelle ultime ore: “da quando siamo entrati in acque territoriali italiane le autorità non hanno fatto nulla per venirci incontro. Dopo 24 ore abbiamo fatto rotta verso il porto, ma arrivati a un miglio dalla costa ci è stato comunicato che non ci sono moli disponibili. Noi abbiamo risposto che avremmo utilizzato le nostre scialuppe, siamo a poca distanza dalla costa ed era fattibile. A quel punto si è avvicinata la Guardia di Finanza italiana che è salita a bordo e ci ha chiesto di avere pazienza, che si sta lavorando per trovare una soluzione. Io ovviamente spero che sia così…”

OutStream Desktop
Top right Mobile

Una delegazione di Pd e Sinistra Italiana sale a bordo
La delegazione di parlamentari del Pd composta da Graziano Delrio, Matteo Orfini, Davide Faraone e dal deputato di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni sta salendo a bordo della Sea Watch ormeggiata a un miglio dal Lampedusa.
Rischio di procedura di infrazione
Dopo aver forzato il blocco navale, la Sea Watch 3, con a bordo 42 migranti, è ancora ferma davanti al porto di Lampedusa. “Basta aspettare, disperazione a bordo”, scrive l’Ong. Salvini parla di “atto ostile”, chiede l’arresto per il comandante Carola Rackete e sfida l’Europa minacciando di non identificare più i migranti in arrivo. “Studieremo una soluzione solo dopo lo sbarco, se non si registrano i migranti si rischia la procedura d’infrazione”, avverte il commissario Ue Dimitris Avramopoulos.
Gli altri sbarchi
Mentre la Sea Watch è ancora ferma davanti al porto di Lampedusa, all’alba sono approdati direttamente in porto altri dieci migranti, presumibilmente tunisini, con un barchino. A bordo dell’imbarcazione anche una donna e un minorenne. I dieci sono arrivati al molo della madonnina, sotto gli uffici della capitaneria di porto.
“Sono pronto anche a contravvenire ad alcune normative europee, ad esempio a non identificare più gli immigrati che arrivano in Italia, così ognuno sarà libero di andare dove meglio crede. Siamo il terzo Paese per contribuzione alla Ue. Pago, mi danno l’infrazione e quando ho un barcone straniero che viola le nostre leggi se ne fregano… no, così non funziona”. Lo scrive su Facebook il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “L’immigrazione non può essere gestita da navi fuorilegge: siamo pronti a bloccare qualunque tipo di illegalità. Chi sbaglia, paga. P.S. L’Europa? Assente, come sempre”, aggiunge.
Le parole di Conte.
La vicenda della Sea Watch 3 “non è competenza della politica, ma della magistratura, si tratta di una palese violazione delle regole internazionali. La questione è nella mani della magistratura italiana”. Lo ha affermato il premier Giuseppe Conte da Osaka, aggiungendo che “il comportamento della comandante è di una gravità inaudita”.
La Ue.
“Siamo stati invitati a coordinare gli sforzi di solidarietà fra gli Stati membri ed è quello che stiamo facendo, parliamo con tutti per cercare di trovare una soluzione e capire quali e quanti fra gli stati membri sono intenzionati ad accogliere i migranti”. Così una portavoce della Commissione europea. “Come ho detto questa solidarietà e il ricollocamento sono possibili solo dopo lo sbarco”, ha aggiunto precisando che la Commissione “segue la situazione da vicino”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile