Landini contro Lega e M5s: “non c’è volontà politica di fermare l’evasione”

Il segretario della Cgil: "è un governo in perpetua campagna elettorale e si fa solo finta di discutere. Così si va a sbattere"

Landini

Landini

globalist 18 aprile 2019
Ai microfoni di SkyTg24 il segretario della Cgil Maurizio Landini ha attaccato duramente il governo giallo-verde, sostenendo che non c'è alcuna volontà politica di affrontare il tema dell'evasione fiscale: "La verità è siamo in campagna elettorale e si continua a far finta di discutere su come rimettere i conti a posto. Se si va avanti così si va solo a sbattere".
"A noi serve recuperare risorse da investire e bisogna partire da qui: i numeri parlano di una evasione accertata di 110 mld di cui 35 solo sull'Iva mentre il 50% della ricchezza nazionale è in mano al 5% della popolazione italiana", aggiunge glissando la domanda sulla necessità di una nuova patrimoniale che nei giorni scorsi aveva acceso il dibattito politico ed economico.
"Serve una progressività legata alla capacità di reddito di ognuno", ribadisce bocciando per questo la Tax Flat allo studio del governo e chiedendo ancora "un tavolo serio di confronto sul fisco". Ma i rapporti con il governo sono tutt'ora critici. "Se il confronto è quello di ascoltarti per poi fare quello che gli pare non è un grande confronto", commenta.