Spadafora: "Il ddl Pillon è archiviato, non arriverà mai in aula"

"Adesso bisogna scrivere un nuovo testo, che probabilmente prenderà anche qualcosa di buono, ma molto poco, per andare incontro ai temi del diritto di famiglia, ma non come aveva pensato Pillon"

Spadafora

Spadafora

globalist 1 aprile 2019
Una buona notizia che speriamo non venga tradita nelle prossime ore. 
"Il provvedimento Pillon è chiuso. Quel testo non arriverà mai in aula, è archiviato. Adesso bisogna scrivere un nuovo testo, che probabilmente prenderà anche qualcosa di buono, ma molto poco, per andare incontro ai temi del diritto di famiglia, ma non come aveva pensato Pillon.
Sono state fatte le audizioni in Commissione Giustizia, adesso c'è un nuovo tavolo Lega-M5S al quale sono invitate anche le opposizioni".Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Vincenzo Spadafora (M5S) stamattina a Omnibus su La7.
Il vicepremier Matteo Salvini non aveva escluso modifiche al ddl Pillon, ma aveva definito il testo come il punto di partenza della riforma del diritto di famiglia. Ora invece, stando alle dichiarazioni rilasciate da Spadafora a Omnibus, sembra che il provvedimento non arriverà mai in Aula.

"Ho ascoltato le dichiarazioni del sottosegretario Spadafora e sono curiosa di vedere se il Movimento 5 Stelle sarà in grado di andare fino in fondo", ha commentato la senatrice del Pd Monica Cirinnà. "Per noi non ci sono dubbi: il ddl Pillon è inemendabile e va ritirato al più presto. Dopo la grande manifestazione che a Verona ha riaffermato la centralità dei diritti è necessario un coordinamento di tutte le donne elette in Parlamento che vada oltre le appartenenze politiche per fermare insieme ogni deriva che voglia mettere in discussione le conquiste di civiltà che il nostro Paese ha fatto", ha aggiunto.