Il M5s accusa la Gruber per il caso Sarti, lei replica: "mai detto che se lo meritasse"

Leonardo Salvatore Penna (M5s) accusa: "durante Otto e Mezzo la Gruber non ha espresso nessuna solidarietà per Giulia Sarti, e poi dice che difende le donne"

Lilli Gruber

Lilli Gruber

globalist 13 marzo 2019
Il deputato M5s Leonardo Salvatore Penna ha dffuso una nota in cui commenta il servizio di Otto e Mezzo di martedì sera, dedicato allo scandalo delle foto hot di Giulia Sarti: "Aprire, ieri sera, la prima pagina della trasmissione Otto e Mezzo sulla notizia della diffusione in rete di foto privatissime della deputata Giulia Sarti e non esprimere nessuna parola di condanna per tali vili atti, ma anzi contribuendo alla diffusione della pruriginosa notizia, dimostra che Lilli Gruber difende le donne - come lei stessa afferma - ma solo a intermittenza e solo se non hanno colori politici che in tutta evidenza le dispiacciano".
"Giulia Sarti", rimarca il pentastellato, "sta già abbondantemente soffrendo una pubblicità che non ha cercato per essere anche aggredita dal silenzio e dalla mancata solidarietà di una conduttrice che non perde occasione per ergersi a paladina in difesa delle donne".
"Ciò che, del resto, ormai emerge con tutta evidenza è la necessità di un'efficace legge - al Senato ne ha depositata una la collega del M5S Elvira Lucia Evangelista - per contrastare il fenomeno sempre più diffuso del cosiddetto 'revenge porn' di cui sono vittime soprattutto le donne, a causa di ex fidanzati o ex mariti inqualificabili", conclude Penna.
Ma la risposta di Otto e Mezzo non si è fatta attendere: l'ufficio stampa infatti ha dichiarato: "vengono attribuite a Lilli Gruber affermazioni ('Chi di spada ferisce di spada perisce') che la conduttrice del programma non ha mai fatto e che non corrispondono al suo pensiero né ai contenuti della puntata di ieri sera, come chiunque può verificare sul sito di La7"