Zingaretti: "Io troppo di sinistra? La crisi del Pd è figlia dei professorini del moderatismo"

"Io credo in un nuovo Pd e non credo si possano portare indietro le lancette dell'orologio".

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

globalist 1 marzo 2019
"Se dovesse cadere il governo M5s-Lega io credo che bisogna andare a votare. La decisione spetta al presidente della Repubblica, ma la mia opinione è che dopo questo governo parlamentare che ha suscitato molte aspettative sulla base di un contratto, non possiamo andare a un nuovo governo parlamentare. Bisogna andare al voto e noi dobbiamo costruire un'alternativa".
Lo ha detto Nicola Zingaretti, candidato alle primarie del Pd, ospite del videoforum di Repubblica. "Questa della ditta è una fake news. Si fanno caricature per parlare al Truman Show della politica". "Io credo in un nuovo Pd e non credo si possano portare indietro le lancette dell'orologio".

"Mi dicono che sono troppo di sinistra, ma questi professoroni del moderatismo non vengono votati da nessuno: io ho vinto due volte alla Regione Lazio con una coalizione ampia. La crisi del Pd è anche figlia del fatto che il nostro campo è stato occupato da questo modo di ragionare", spiega.