Top

Salvate il soldato Conte, pronto a immolarsi per salvare Salvini sulla Diciotti

Sul premier spernacchiato in Europa le critiche dei Verdi: "fa da parafulmine, ma lo stesso coraggio non lo mostra sulle politiche ambientali"

Salvate il soldato Conte, pronto a immolarsi per salvare Salvini sulla Diciotti

globalist

13 Febbraio 2019 - 16.08


Preroll

Mandava i messaggi di congratulazioni e Renzi, aveva una carriera universitaria molto simile a quella di tanti ‘baroni’ spesso criticati dal ‘Popolo’ e poi, con una giravolta si è presentato come l’avvocato del Popolo contro quelle élite di cui faceva parte.
L’ambizione, forse.
Certo è che Giuseppe Conte, burattino o non burattino, è sicuramente un ostaggio dei due vice-premier, pronto a sacrificarsi per la Diciotti. Il soldato Conte pronto a immolarsi su una delle pagine più buie di questo buio governo.
E le critiche fioccano:  “Il Governo italiano ha un Primo Ministro che fa da ‘parafulmine’. Almeno questa è la funzione principale che Conte sempre più frequentemente svolge. Infatti, ieri ha fatto da parafulmine a Di Maio e Salvini, assumendosi responsabilità non sue davanti al Parlamento Europeo, oggi rispetto al caso Diciotti se ne prende tutta la colpa, cercando di salvare Salvini”.
Così in una nota Elena Grandi e Matteo Badiali, co-portavoce dei Verdi Italiani”. “E’ ora che Conte mostri il suo coraggio trasformandosi in fautore di azioni concrete legate alle tematiche ambientali: la Strategia Energetica Nazionale e’ pessima per quanto riguarda le energie rinnovabili, per non parlare poi della questione dei combustibili fossili e delle trivellazioni. Se fossimo in un romanzo di Pennac potremmo dire, purtroppo, di aver trovato il nostro Malausse’ne (personaggio di numerosi romanzi dello scrittore francese Daniel Pennac, ndr), capro espiatorio di professione”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage