Renzi al veleno contro Conte: "lui è élite e non popolo e mi mandava sms di congratulazioni"

Nel suo nuovo libro, "Un'altra strada: idee per l'Italia del futuro" Renzi rivendica: "ero io l'anti-stablishment, Conte non è l'avvocato del popolo"

Renzi

Renzi

globalist 13 febbraio 2019
Matteo Renzi sarebbe in possesso di alcuni sms che l'attuale premier Giuseppe Conte gli avrebbe inviato quando lui era al governo. Nel nuovo libro dell'ex premieri , "Un'altra strada. Idee per l'Italia di domani", edita da Marsilio, di cui il Corriere della Sera dispone di un'anteprima, si trova infatti scritto: "Dice che è l'avvocato del popolo: ma quando mai! Ero io l'estraneo, il barbaro, l'anti-establishment. Lui è l'establishment. Non a caso diventa professore messo in cattedra da Alpa, sul cui concorso i dubbi sono enormi. È sempre stato dentro le cose. Ci ricordiamo i gran complimenti che ci faceva quando eravamo al governo noi. Conserviamo ancora i messaggini di lode".