Le bizzarre teorie M5s sul tracollo in Abruzzo: "Grazie a noi la Lega vive di luce riflessa"

Il sottosegretario Buffagni annaspa nel giustificare il dimezzamento dei consensi: "Noi facciamo le cose, Salvini è più bravo a vendere

Un murale con Di Maio e Salvini

Un murale con Di Maio e Salvini

globalist 11 febbraio 2019
Come dire? Che l’ha presa male. E così mentre la candidata grillina che ha portato M5s al tracollo in Abruzzo dice che i veri sconfitti sono Pd e Forza Italia, il grillino di potere e di governo lancia una teoria bizzarra: “La Lega grazie a noi vive di luce riflessa. La gente ci ha mandato al governo per cambiare le cose, quindi dobbiamo darci da fare il triplo".
Cosiìil sottosegretario agli Affari Regionali Stefano Buffagni (M5S) ha commentato il voto regionale in Abruzzo, spiegando che "Salvini ha molto il favore dell'informazione, il suo modo di comunicare piace ai giornalisti. Noi facciamo le cose, lui è più bravo a vendere".
"Non trovo scuse. Nelle amministrative ci sono delle dinamiche locali, come le liste civiche, che esulano dal nostro approccio. Paghiamo anche quello. Non ci trovo nulla di strano", ha commentato Buffagni. Per quanto riguarda l'alleanza di governo con la Lega, nel Movimento "immagino che qualche mal di pancia ci sia. Ma è come in un condominio, qualcuno a cui non andrà bene quello che si fa ci sarà sempre".
Contraccolpi nell'esecutivo? "Non credo, chiedete alla Lega. Stiamo continuando a lavorare, fino alle europee ci sono tante cose da risolvere", ha concluso.