Top

Dopo l'espulsione da M5s De Falco ringrazia i sostenitori: vado avanti

Il comandante eletto senatore con i grillini: 'sono coerente con i principi fondanti e le finalità del Movimento, e nel rispetto della democrazia costituzionale'

Il senatore Gregorio De Falco
Il senatore Gregorio De Falco

globalist

1 Gennaio 2019 - 17.27


Preroll

Lui è il tipo esempio dei metodi grillini: candidato sull’onda della popolarità mediatica dopo il suo ‘vada a bordo, cazzo’, rivolto al comandante della Concordia Schettino, non appena ha cominciato a manifestare segni di insofferenza è stato oggetto della campagna di diffamazione da parte degli stessi grillini.
Così è stato detto che l’unico suo merito per la candidatura era dovuto alla visibilità della Concordia (ma erano stati loro a metterlo in lista…) e poi che voleva farsi cacciare per tenersi i soldi senza restituire la quota come gli altri.
Insomma, diffamazioni, tipiche del M5s.
Il 31 dicembre la sua espulsione e oggi il senatore Gregorio De Falco ha scritto ai suoi sostenitori: “Vorrei ringraziarvi di cuore perché, nonostante il provvedimento severo adottato nei miei confronti, sono stato circondato da affetto e numerosi consensi che mi spronano a continuare su questa strada, coerente con i principi fondanti e le finalità del Movimento, e nel rispetto della democrazia costituzionale.”
Il problema è: quanto le finalità del Movimento si sposano davvero con la Costituzione?

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage