Manovra Lega-M5s: porterà l'Italia in recessione e aumentaranno le tasse

La preoccupazione del presidente dell'Ufficio parlamentare di bilancio, Giuseppe Pisauro, in audizione nella commissione Bilancio

Italia in recessione

Italia in recessione

globalist 27 dicembre 2018

Come li vogliamo chiamare i fenomeni M5s-Lega che danno in pasto i ‘negri’ agli italiani mentre nel nome della fine dalla povertà rendono tutti gli italiani più poveri? 
La manovra è "chiaramente recessiva nel 2020-21, lo dice anche il governo".


Così il presidente dell'Upb, Giuseppe Pisauro, in commissione Bilancio della Camera. Guardando alle stime dell'esecutivo "diventa restrittiva e prociclica, mentre nel 2019 è ancora leggermente anticiclica", ha precisato.


In ogni caso, secondo Pisauro, "non vi è dubbio" che nel 2019 l'Italia corra il rischio di una recessione", anche se è presto per cominciare già ora a parlarne come di una realtà. "La possibilità c’è, ma dire che già oggi siamo in recessione...".
Aumentano le tasse
La pressione fiscale salirà al 42,4% nel 2019, al 42,8% nel 2020 e al 42,5% nel 2021. Le previsioni per il biennio 2020 e 2021 non tengono conto delle clausole di salvaguardia, che da sole incidono per l'1,5% l'anno. Lo afferma il presidente dell'Ufficio parlamentare di bilancio, Giuseppe Pisauro, in audizione nella commissione Bilancio della Camera. ''Abbiamo provato a fare un calcolo semplice'' ma, dando i numero così, ''sembra una tombola''.