"Left" candida "Nobel per la pace" l'accoglienza agli immigrati di Riace

Il settimanale propone il modello adottato da Mimmo Lucano al riconoscimento nel 2019. Perché qui si è rispettata la Costituzione

Riace

Riace

Desk 15 dicembre 2018
Il settimanale Left da oggi in edicola propone "il modello di integrazione realizzato da Mimmo Lucano" Nobel per la Pace 2019. Una candidatura impossibile? Quante idee impossibili sono diventate realtà?
Nel suo editoriale per il settimanale diretto da Simona Maggiorelli Mimmo Rizzuti, della Rete dei Comuni Solidali, ricorda quanto ha detto Wim Wenders davanti ai Nobel per la pace "parlando del suo film sul modello di accoglienza degli immigrati messo in atto in alcuni Comuni" calabresi: "La vera utopia non è la caduta del muro, ma quello che è stato realizzato in alcuni paesi della Calabria, Riace in testa"ha esclamato il regista tedesco.
"Riace diventa una luce, rovescia l'ottica dominante, si muove appieno nel solco della nostra Costituzione e di quella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del 10 dicembre 1948", annota Rizzuti in un numero in buona parte dedicato ad analizzare il modello Riace, perché fa paura il fatto che abbia funzionato, perché "ribellarsi è un dovere quando l'ingiustizia diventa legge".