Top

Il padre della pasionaria leghista Borgonzoni si iscrive al Pd: "c'è una deriva plebiscitaria"

Il papà della sottosegretaria leghista alla Cultura ha ricevuto la tessera dem in un circolo storico di Bologna: "con il governo si è avverata l'intuizione che ebbe Antonio Albanese inventando la maschera del ministro della paura"

Lucia Borgonzoni e Matteo Salvini
Lucia Borgonzoni e Matteo Salvini

globalist

21 Settembre 2018 - 13.21


Preroll

Dopo aver polemizzato con la figlia Lucia Borgonzoni, esponente di spicco della Lega e sottosegretario alla Cultura del governo gialloverde, il padre Giambattista si è iscritto al Pd di Maurizio Martina. Ha ricevendo la tessera del partito al Passeportout di Via Galliera, circolo storico di Bologna, dal deputato dem, Andrea De Maria.
Non è la prima volta che le scelte di Giambattista Borgonzoni non coincidono con quella della figlia leghista. Lo scorso luglio, infatti, l’aveva bacchettata per avere lasciato un incontro sull’accoglienza dei migranti senza ascoltare l’Arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi.
“Io mi considero un veterocomunista – ha detto Borgonzoni – anzi no, diciamo un cattocomunista. Non voglio apparire come l’ultimo dei Mohicani ma in questo Paese c’è una deriva plebiscitaria e occorre rafforzare l’opposizione. Anche perché – ha concluso – con il governo si è avverata l’intuizione che ebbe Antonio Albanese inventando la maschera del ministro della paura”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage