Ilona Staller contro Di Maio: mi ha messo alla gogna, gli chiederò i danni

L'ex pornostar e deputata radicale: mi hanno trasformata in un simbolo dello spreco e sui social mi massacrano

Ilona Staller in arte Cicciolina

Ilona Staller in arte Cicciolina

globalist 29 agosto 2018

Nell’Italia del cambiamento accade anche questo. Ossia che un personaggio fuori dalle righe come Cicciolina, che è stata parlamentare a Montecitorio eletta nelle liste dei radicali di Marco Pannela, oggi diventi una che accusa i grillini che sulla sua vicenda fanno propaganda: "Luigi Di Maio mi ha fatto diventare il simbolo dello spreco, mi ha messo alla gogna e ora sui social mi massacrano. Sono stanca, quelli che mi hanno insultato li denuncerò uno per uno. E sto valutando di chiedere al vicepremier i danni".
Lo dice Ilona Staller, in arte Cicciolina dopo che il suo vitalizio da ex deputata è stato prima dimezzato e poi pignorato.


L'ex pornostar ha confessato anche di sperare di essere scelta per il 'Gf Vip' e polemizza: "Partecipano come vip cugini di secondo grado di sconosciuti e non si trova un posto per la prima pornodiva mondiale. Sono in Italia dal 1971, ma mi viene voglia di scappare".