Top

Di Maio: non usate il razzismo contro il governo. Ma chi parla di 'pacchia' e 'crociere'?

Il vice-premier dopo l'aggressione a Daisy Osakue. Dimentica le odiose dichiarazioni e azioni del suo sodale e la copertura politica alla deriva xenofoba

Di Maio e Salvini
Di Maio e Salvini

globalist

30 Luglio 2018 - 16.16


Preroll

Chi parla di ‘pacchia’, chi parla di ‘crociera’, chi deride le sofferenze dei migranti? Chi nega che esista un problema razzismo e continua a dire che l’unica emergenza per la sicurezza siano gli immigrati?

Chi si precipita a urlare nei casi di cronaca che vedono protagonisti negativi gli stranieri e e tacere quando gli autori sono italiani?
 Salvini o Babbo Natale?

‘Giggino’ Di Maio che in questi mesi è diventato con Toninelli una stampella del razzismo salinano fa finta non aver né visto, né capito e né sentito. Il che è la rappresentazione del nulla.
Che ha detto Di Maio? “In questo momento il tema del razzismo va affrontato senza strumentalizzazioni politiche perché se si usano questi episodi per andare contro il governo allora non si sta affrontando culturalmente il problema del razzismo, si sta solo prendendo la notizia e la si sta utilizzando in maniera strumentale contro il governo”.
Lo ha sottolineato il ministro al Lavoro e allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, in merito all’aggressione di Daisy Osakue, atleta italiana di origini nigeriane ferita a Moncalieri.
“Personalmente penso che debba andare la solidarietà di tutto il governo alla nostra atleta – ha detto Di Maio – le facciamo i migliori auguri di pronta guarigione e credo che il prima possibile debbano essere individuati gli aggressori e messi dentro. La novità – ha aggiunto – e di questo sono molto felice è che episodi del genere facciano notizia perché se andiamo a vedere i dati dicono che il numero di aggressioni resta in linea con quelle del passato. Questa non è assolutamente una soddisfazione, anzi ci deve portare a mettere in evidenza fatti come quello che è accaduto ieri sera perché più se ne parla più sono un monito a non farli”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage