"Io, testimonial degli oceani", il deputato M5s Mura diventa lo zimbello dei social

Niente Parlamento (anche se prende un lauto stipendio) perché il suo ruolo è quello di solcare i mari. La polita sarda ridicolizza le uscite dell'onorevole che diserta la Camera

Andrea Mura

Andrea Mura

globalist 23 luglio 2018

Si chiama Andrea Mura ed è il deputato skipper dei 5 Stelle in Sardegna. Oggi in una intervista pubblicata stamane su "La Nuova Sardegna", Mura ha ammesso di non frequentare la Camera, se non una volta alla settimana, in quanto il suo ruolo di rappresentante del popolo lo svolge in barca come 'testimonial in difesa degli oceani'. Contro il parlamentare-velista scendono in campo su Facebook rappresentanti delle istituzioni, sindacalisti e comuni cittadini.Per l'assessore agli Enti Locali Cristiano Erriu, che posta la foto del quotidiano sardo con l'intervista a Mura, di tratta di una vicenda che si commenta da sola. Mentre il collega al Personale, Filippo Spanu, gli fa eco: "Vela per non scaldare il banco... Interessante".


C'e' chi propone ironicamente una nuova classe velica - 5 Stars - e altri, come il presidente dell'Anci Sardegna Emiliano Deiana, prendono atto di come "il nuovo che avanza inauguri la nuova figura ridicola del deputato-testimonial". (
Ironia mista a sdegno da parte del segretario regionale della Filca Cisl, Giovanni Matta, che parla di "nuova dimensione del mandato politico" da parte del "novello statista" il quale "asserisce di assolvere al proprio ruolo veleggiando da un punto all'altro del Mediterraneo". A questo punto il sindacalista si sente in dovere di esprimere "solidarietà e sostegno, a chi il ruolo di deputato "continuerà a esercitarlo con passione e sacrificio tutti i giorni della settimana". Infine Eugenio Lai (Art.1-Sdp), ricorda che "non c'è bisogno di testimonial ma di serietà e lavoro per risollevare il Paese" e chiede: "Immaginate un ragionamento simile fatto da un sindaco, da un operaio, da un insegnante?".