Top

Doppio passaporto per gli altoatesini, azione ostile: l'Italia chiede spiegazioni all'Austria

Il governo vuole chiarimenti da Vienna sul progetto di legge per concedere la cittadinanza agli italiani dell'Alto Adige: "iniziativa inopportuna"

Enzo Moavero
Enzo Moavero

globalist

23 Luglio 2018 - 08.47


Preroll

Il doppio passaporto per gli altoatesini riaccende le polemiche tra Vienna e Roma. Il governo italiano ha chiesto chiarimenti alle autorità austriache su un progetto di legge, di cui hanno parlato i media, per concedere la cittadinanza agli italiani dell’Alto Adige. Un provvedimento che, se confermato, la Farnesina giudica “ostile”.
Per questo il ministro degli Esteri Enzo Moavero ha chiesto chiarimenti all’Austria sul disegno di legge. La bozza parlerebbe di “tutti i cittadini italiani residenti in Alto Adige di madrelingua tedesca e ladina”. “Qualora quanto prospettato dalla stampa risultasse confermato – ha reso noto il ministero degli Esteri – verrebbe considerato un’iniziativa inopportuna e sostanzialmente ostile”.
“La Farnesina – si legge in una nota – conferma che, a seguito delle notizie apparse sabato sul quotidiano austriaco, Tiroler Tageszeitung, circa la presentazione in Parlamento, il prossimo settembre, da parte del governo austriaco di un disegno di legge finalizzato ad attribuire la cittadinanza austriaca ai cittadini italiani dell’Alto Adige, il ministro degli Affari Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha dato incarico all’ambasciatore d’Italia a Vienna, Sergio Barbanti, di chiedere chiarimenti alle competenti Autorità austriache”.
“In parallelo – ha aggiunto il ministero degli Esteri – i medesimi chiarimenti vengono richiesti dalla Farnesina all’ambasciata d’Austria a Roma. Qualora quanto prospettato dalla stampa risultasse confermato, verrebbe considerato un’iniziativa inopportuna e sostanzialmente ostile, tenuto conto in particolare del ruolo di presidenza semestrale dell’Unione Europea attualmente ricoperto dall’Austria”.
Duro anche il giudizio di Riccardo Fraccaro
“Le notizie in merito alla volontà del Governo austriaco di procedere sulla strada del doppio passaporto per i cittadini sudtirolesi – ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento – destano inquietudine. Se fosse confermato quanto riportato dai media saremmo di fronte ad un atto inopportuno e ostile che intendiamo respingere con fermezza. Sono in contatto con il ministro degli Esteri Moavero che sta approfondendo la questione. Vienna rinunci ad ogni velleità, già espressa in passato, su un tema così importante evitando ulteriori strumentalizzazioni politiche ed elettorali”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile