Furio Colombo: Salvini è come Eichmann, fa solo soffrire le persone.

La risposta del Ministro: "intellettuale di sinistra, mi fai schifo e mi vergogno di te".

Furio Colombo

Furio Colombo

globalist 24 giugno 2018

Il giornalista Furio Colombo, in un articolo sul Fatto Quotidiano, ha paragonato sia Donald Trump che Matteo Salvini - e in generale tutti i leader dei movimenti di estrema destra europei - ad Adolf Eichmann, braccio destro di Hitler e grande architetto della 'Soluzione finale' nazista. Secondo Colombo, Trump che ruba i bambini agli immigrati e Salvini che decide di chiudere i porti in faccia a quasi 700 migranti tra cui minori e donne incinte rasentano un grado di crudeltà paragonabile solo a quello nazista, poiché hanno come unico obiettivo 'quello di far soffrire di più', non offrire una soluzione. 


Con una differenza, per Colombo fondamentale: l'America di Trump è rimasta scioccata dalle urla dei bambini separati dai genitori e il dissenso contro il presidente, per la prima volta dall'elezione, è stato unanime: in pochi sono rimasti a fianco del tycoon, mentre autorevoli repubblicani, democratici e persino la moglie e la figlia del presidente hanno alzato la voce. 


In Italia no: nessun leghista e pochi cinque stelle - ormai scomparsi dai radar scrive Colombo - ha manifestato dissenso o sdegno per una politica clamorosamente inumana. Ed è questo il dato che preoccupa maggiormente. 


Ovviamente, l'articolo ha fatto infuriare Matteo Salvini, che su Twitter scrive: