Top

Liberi e Uguali riparte dalle macerie: la sconfitta è stata dura, ora cambiare passo

L'ex magistrato e presidente del Senato Grasso ha annunciato che LeU sarà un partito. Adesioni dal 1 luglio

Pietro Grasso
Pietro Grasso

globalist

16 Giugno 2018 - 09.47


Preroll

“La sinistra è quasi sparita dai media. La sconfitta è stata dura per tutti, ma ora bisogna cambiare passo”. Lo ha detto Pietro Grasso, ex magistrato ed ex presidente del Senato. Con Leu “abbiamo deciso di rilanciare – ha annunciato – Dai territori, dai militanti e dal milione di elettori c’è stata una spinta forte ad andare avanti, aprirci e trasformare la lista in partito”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Dal primo luglio sarà possibile aderire a Liberi e uguali. La prima fase sarà la definizione del profilo politico, la discussione del manifesto dei valori. Parleremo di idee e di futuro, non di tattica o di persone. Sarà una fase aperta a nuove adesioni e a nuovi mondi. Da ottobre a dicembre ci saranno le votazioni per la nuova classe dirigente”: spiega che “accompagnerò questo percorso, ne sarò garante. Con che ruolo si vedrà”.

Middle placement Mobile

Unirete le forze con il Pd? “Costruiremo Leu come una forza autonoma che parlerà con il Pd e le altre forze di sinistra – risponde -. I risultati del confronto dipenderanno da programmi e persone”.

Dynamic 1

Il giornalista ha ricordato a Grasso un debito di 83 mila euro con il Pd e ha chiesto se restituirà la ‘tassa’ che le era richiesta come senatore dem. “A me non è arrivato alcun decreto ingiuntivo, ma ho comunque invitato nei giorni scorsi il tesoriere a incontrarci per discuterne e chiarire definitivamente”, conclude.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile