Top

Nasce il governo Salvini-Di Maio affidato a Conte: domani il giuramento

Giuseppe Conte sarà premier. Il leader della Lega ministro dell'Interno, il capo dei 5 Stelle al Lavoro, entrambi vice presidenti del Consiglio. Niente poltrone per FdI. Il giuramento il 2 giugno

Nasce il governo Salvini-Di Maio affidato a Conte: domani il giuramento

globalist

31 Maggio 2018 - 14.59


Preroll

E al secondo tentativo Giuseppe Conte, l’anomalo presidente del Consiglio chiamato per mettere la faccia su un programma scritto da altri e dare il consenso su ministri scelti da altri, ce l’ha fatta.
Salto da Mattarella alle 19 ha ricevuto l’incarico lo ha accettato senza riserva e dopo il colloquio ha presentato la lista dei ministri che giureranno domani alle 16.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Ecco il sedicente governo del cambiamento, un mix di leghisti e grillini inframezzato da tecnici. Poche le donne.
La lista
Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Giancarlo Giorgetti


Ministro dell’Economia: Giovanni Tria


Ministro degli Esteri: Enzo Moavero Milanesi


Ministro degli Interni: Matteo Salvini (vicepremier)


Ministro dello Sviluppo Economico e Lavoro: Luigi Di Maio (vicepremier)


Ministro ai Rapporti con il Parlamento: Riccardo Fraccaro


Ministro degli Affari Europei: Paolo Savona


Ministro della Difesa: Elisabetta Trenta


Ministro della Giustizia: Alfonso Bonafede


Ministro della Pubblica Amministrazione: Giulia Bongiorno


Ministro della Salute: Giulia Grillo


Ministro degli Affari Regionali: Erika Stefani


Ministro del Sud: Barbara Lezzi


Ministro dell’Ambiente: Sergio Costa


Ministro ai Disabili e alla Famiglia: Lorenzo Fontana


Ministro dell’Agricoltura e del Turismo: Gian Marco Centinaio


Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: Danilo Toninelli


Ministro dell’Istruzione: Marco Bussetti


Ministro dei Beni Culturali: Alberto Bonisoli.

Middle placement Mobile

La giornata
Un incontro fiume quello tra Di Maio e Salvini. Che alla fine hanno dichiarato all’unisono. “Ci sono le condizioni per un governo politico in Italia”. Dopo 95 giorni di stallo ci siamo. 
Giuseppe Conte, giunto alla Camera da Firenze, ha partecipato al vertice tra i due leader anche per l’accordo di massima sui ministeri. Ecco i nomi con relative poltrone: Vicepresidente del Consiglio e ministro del Lavoro e Sviluppo: Luigi Di Maio. Vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno: Matteo Salvini. Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta: Riccardo Fraccaro (M5S). Alle Politiche comunitarie Paolo Savona. Pubblica amministrazione: Giulia Bongiorno (Lega). Affari regionali: Erika Stefani (Lega). Sud: Barbara Lezzi (M5S). Disabili: Lorenzo Fontana (Lega). Esteri: Moavero Milanesi. Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S). Difesa: Elisabetta Trenta (M5S). Economia: Giovanni Tria (Lega). Politiche agricole: Gian Marco Centinaio (Lega). Infrastrutture: Mauro Coltorti (M5S). Istruzione: Marco Bussetti (Lega). Beni culturali: Alberto Bonisoli (M5S). Salute: Giulia Grillo (M5S).

Dynamic 1

Confermato Giuseppe Conte alla premiership, mentre resterebbe senza ministeri ma dentro la maggioranza Fratelli d’Italia, un’ ipotesi mal digerita dalla base grillina.  Tanto che Fratelli d’Italia si asterrà sulla fiducia al nuovo governo. 

Se tutto dovesse filare liscio per la formazione dell’esecutivo, lo scenario ideale sarebbe quello di avere una squadra nuova di zecca, con almeno il giuramento effettuato già prima della solenne Festa del 2 giugno. 

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage