Top

Le antiche 'perle' di Paolo Savona: "Il piano tedesco è di stampo nazista"

Più di una volta, in un libro e poi anche in tv l'economista non diventato ministro aveva espresso posizioni forti sulla gestione Merkel tirando in ballo Funk, il ministro delle Finanze di Hitler

Angela Merkel
Angela Merkel

globalist

29 Maggio 2018 - 14.11


Preroll

Il piano tedesco? Simile a quella dei nazisti. Parole di Paola Savona contenute nel suo libro “Lettera agli amici tedeschi e italiani” e ripubblicate dal quotidiano Il Tempo. Già nel 2012 l’economista, che aveva seguito l’allora premier Carlo Azeglio Ciampi nell’ingresso dell’Italia nell’Unione europea, aveva denunciato “il riproporsi, per fortuna in forme non militari, ma più subdole, della competizione conflittuale che ha causato le drammatiche vicende della guerra e aveva imposto una forte volontà di pace e guidato, sia pure tra sussulti, il processo di unificazione europea”. Parlando ai tedeschi, nel suo libro, Savona aveva sollevato il sospetto che stia “scivolando nuovamente sul piano economico nella direzione proposta dal Piano Funk (dal nome dell’allora ministro delle Finanze del regime nazistar del 1936. La politica economica che voi suggerite getta le basi per una disgregazione del sogno europeo di pace e di un comune progresso civile”.
Un concetto ripreso durante un’intervista ad Agorà nel 2013: “La Germania continua ad applicare lo stesso modello del piano Funk, il ministro dell’economia nazista 1936. Il piano prevedeva che la Germania fosse Paese d’ordine e che tutte le monete si dovevano comportare come il marco tedesco. L’industria la sapevano fare solo i tedeschi quindi è giusto che si specializzassero. Il resto dei Paesi, Italia compresa, dovevano dedicarsi all’agricoltura, al turismo ed al benessere anche dei tedeschi”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile