Top

L'ex M5S Cecconi si dimette da deputato: col cavolo!

Il grillino che si teneva in tasca i rimborsi per il microcredito aveva promesso di andarsene. Ora si è iscritto al Gruppo misto e spera nel reintegro

Andrea Cecconi intervistato dalle Iene
Andrea Cecconi intervistato dalle Iene

globalist

22 Marzo 2018 - 19.11


Preroll

Il deputato del Movimento 5 stelle Andrea Cecconi, coinvolto nella vicenda del mancato versamento di parte degli stipendi dei deputati 5 stelle al fondo per il microcredito, alla fine ha deciso di non dimettersi, come aveva promesso, ma di registrarsi alla Camera dei Deputati, due giorni dopo l’inizio delle preocedure di accreditamento degli eletti.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Cecconi ha inoltre annunciato che, entro 48 ore dalla prima convocazione in aula, come da regolamento, si iscriverà al Gruppo Misto. “Io mi ritengo comunque uno del M5S. Sosterrò le decisioni del Movimento anche da lì”, ha detto.

Middle placement Mobile

Riguardo le sue dimissioni, Cecconi si rimette alla volontà del collegio dei probiviri interno al Movimento, che ha ancora du emesi per decidere della sua sorte: “Se i probiviri dovessero decidere per il mio reintegro, significa che il Movimento non vuole le mie dimissioni –  ha spiegato – Se mi dimettessi, sarebbe comunque un problema per gli elettori del nostro collegio”.

Dynamic 1

Infatti, 300mila elettori dovrebbero tornare alle urne, datoi che il candidato è stato eletto nel collegio uninominale di Pesaro e Urbino. In caso di rinuncia al seggio, in mancanza di sostituto, si dovrebbero indire delle elezioni suppletive. 

 

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage